10 consigli per far crescere sano e felice il gattino

10 consigli per far crescere sano e felice il gattino

Prendersi cura di un gattino è una delle cose migliori del mondo. Si tratta di animali belli, morbidi, bisognosi di attenzioni continue e di coccole. Quasi irresistibili, i gattini sciolgono anche i cuori più duri; anche Attila il capo barbaro si dice avesse sempre una dozzina di gatti in giro per casa.  Nell’allevare un gattino è importante partire con il piede giusto; l’alimentazione e le cure che diamo al cucciolo di gatto durante la fase di crescita possono fare la differenza per il suo futuro. Eccovi 10 consigli da seguire nel primo di convivenza anno con il vostro gattino per assicurargli una buona forma e salute.

1.Assicurare al gattino un’alimentazione sana e bilanciata e un cibo di alta qualità. Dal momento dello svezzamento in poi, iniziamo ad alimentare il gattino con il cibo solido. È bene scegliere alimenti sani e naturali, realizzati con ingredienti di qualità e specifici per la fase di vita della crescita. Gli alimenti devono soddisfare il fabbisogno calorico del micio, avere un valido apporto proteico e un tenore molto più contenuto di carboidrati.

2.Alimentare il gattino con tre pasti giornalieri e una ciotola non troppo profonda. Una delle cose semplici e importanti da fare è fornire al gattino un facile accesso al cibo. Nell’alimentazione, oltre a tre pasti giornalieri, potremmo includere di tanto in tanto degli snack, il tuorlo d’uovo, pesce deliscato e fegato come leccornie, stando attenti a non esagerare con la quantità di cibo.

3.Lasciare il cibo a disposizione del gattino. Anche i gatti hanno le loro preferenze; il gattino per esempio potrebbe preferire fare piccoli assaggi e mangiare frequentemente durante il giorno. In questo caso, cerchiamo di venire incontro alle sue esigenze, e teniamo le crocchette a sua disposizione.

4. È meglio il cibo umido o il cibo secco? Molti proprietari optano, su consiglio del veterinario, per una felice combinazione tra cibo umido e cibo secco. Il cibo umido è leggermente più digeribile quindi va meglio la sera, le crocchette sono utili durante la giornata.

5.Controllare l’acqua del gattino e cambiarla in caso di necessità. Fa parte delle pratiche quotidiane che aiutano l’igiene, e non vanno trascurate. I gatti sono noti per amare poco l’acqua di rubinetto, e di più quella delle pozzanghere; cioè è dovuto all’odore del cloro che i gatti con un olfatto molto sviluppato percepiscono più forte. Una fonte in plastica che simula l’acqua corrente potrebbe essere d’aiuto in tali situazioni. L’acqua come liquido è sufficiente, il micio non ha bisogno del latte vaccino che anzi può essere causa di diarrea.

6.Insegnare l’uso della lettiera. Per stimolare il gattino all’uso della lettiera non è necessario fare molto. I gatti preferiscono per istinto seppellire i propri rifiuti. Per incentivarlo, potremmo pensare di tenere per qualche giorno il gattino in una stanza con la lettiera, e il processo avverrà gradualmente.

7.Tenere d’occhio il gattino. È piccolo, molto curioso e potrebbe mettersi nei guai. Il gatto è un animale molto curioso e nel micio il desiderio di scoperta è forte. Per lui, può essere fin troppo facile essere calpestato, finire intrappolato fra i mobili, perdersi cercando di uscire o mettersi in posizioni pericolose. Fino a che non matura il senso di autoconservazione, è bene prestare grande attenzione.

8.Ricordarsi di portare il gattino dal veterinario. Le visite dal veterinario fanno parte delle cure del micio; gli sverminamenti, i vaccini sono molto importanti per la sua salute e fanno parte dello svezzamento.

9.Sterilizzare il gattino può essere una scelta utile. Affrontiamo con serenità insieme al veterinario l’opportunità di far sterilizzare il gattino. È una cosa che può essere necessaria nel gatto maschio se vive negli ambienti domestici insieme a noi; sentirà meno il bisogno di diffondere l’urina segnando il territorio. Nella gatta femmina, potremmo optare per una gravidanza, e poi fare la scelta migliore.

10.Giocare con il tuo gattino. Un pezzo di corda, un bel tiragraffi e altri passatempi aiutano il gattino a mantenersi attivo e dinamico, e soprattutto giocando insieme rafforziamo il nostro legame con lui.

Alimento in crocchette per gattini, con pollo salmone e patate dolci

1512406887Immagine Gattini Salmone e Patate DolciPer il tuo gattino, dai 2 ai 12 mesi, i nostri nutrizionisti hanno formulato Mongrel Grain Free per Kitten Pollo e Salmone Kg 2. È un alimento totalmente naturale, con un’elevatissima percentuale di pollo e salmone, ideale per ogni gatto, e in particolare per quelli sensibili e intolleranti ai cereali. La presenza degli acidi grassi Omega 3 e Omega 6 garantisce la salute delle articolazioni, mantiene sana la pelle del gatto e lucido il pelo.

Scopri l’Alimento

 

Recommended Posts

Leave a Reply