3 condizioni poco note che impediscono al cucciolo di camminare

3 condizioni poco note che impediscono al cucciolo di camminare

Il sistema scheletrico di un cucciolo è molto complesso e non mancano le parti fragili. Basta una piccola anomalia per comprometterne lo sviluppo e il normale funzionamento, durante la fase di accrescimento. Le patologie scheletriche più conosciute e più frequenti, specie nei cuccioli di taglia grande, sono la displasia dell’anca e la displasia del ginocchio, ma ve ne sono altre non meno importanti, anche se meno note.

Quando il cucciolo cammina male sulle zampe posteriori

Il cucciolo inizia a camminare già verso le due settimane, sia pure in maniera barcollante; a un mese deve essere già in grado di reggersi autonomamente e con sicurezza sulle zampe. In seguito, continua a perfezionare il proprio equilibrio e i suoi movimenti. La condizione per cui il cucciolo non riesce a reggersi sulle zampe posteriori è piuttosto seria e sembra colpire soprattutto i cuccioli di pastore tedesco.

Cause e sintomi della sindrome zampe dritte

I cuccioli nati con questo problema, detto anche delle zampe dritte, manifestano da subito difficoltà a reggersi autonomamente. Le cause di questa patologia scheletrica non sono note, ma si pensa siano di tipo ereditario, e che la condizione inizi nel sistema nervoso del cucciolo. I cuccioli affetti dal problema hanno movimenti rigidi e limitati, e presentano deformazioni nelle zampe superiori e sui fianchi. La buona notizia è che non si tratta di un problema irrisolvibile, e che il cucciolo può guarire se sottoposto a terapia riabilitativa.

Sindrome del cucciolo nuotatore

I cuccioli nati con questa condizione assumono un aspetto molto particolare dovuto alla patologia.  Il loro petto e l’addome sono piatti e le loro gambe si presentano divaricate. Tengono le loro zampe di lato, con una posizione da tartaruga. Questa sindrome viene detta anche del cucciolo nuotatore proprio per la conformazione assunta dalle zampe.  I cuccioli con questa sindrome hanno muscoli adduttori molto deboli che sono responsabili del loro cattivo movimento.

La causa della sindrome del cucciolo di nuotatore è sconosciuta, ma alcune razze sono più predisposte di altre, fra queste ci sono:  Yorkshire Terrier, West Highland White Terrier, English Cocker Spaniel, Basset Hounds, pechinese, Cavalier King Charles, bulldog francesi e inglesi.

Con un’adeguata terapia, la maggior parte dei cuccioli è in grado di guarire da questa sindrome. È importante che possano eseguire fin da piccoli esercizi per il rafforzamento della muscolatura. C’è da aggiungere che la particolare posizione, che li tiene sdraiati sul petto, li predispone a complicanze di tipo respiratorio e alimentare, in quanto soffrono di rigurgito e possono rimettere facilmente il latte. Per questo, è molto importante, diagnosticare quanto prima la condizione, e prendere le contromisure adeguate.

Miastenia grave

La miastenia grave del cucciolo è un’altra patologia scheletrica poco nota, che interrompe il normale funzionamento dei nervi nell’organismo dell’animale. Si ritiene che in questo disturbo siano coinvolti alcuni neurotrasmettitori, che smettono di svolgere la loro attività. Ciò porta a importanti conseguenze, in quanto i muscoli non riescono più a contrarsi e il cucciolo non è più in grado di sostenere la propria andatura. I cuccioli che sono affetti da miastenia grave, la manifestano già nelle prime 6-8 settimane di vita, ma talvolta questa può essere anche una patologia del cane anziano. Anche in questo caso, il cane può avere qualche problema nell’alimentarsi, anche perché sono coinvolti i muscoli del viso che permettono un’efficace masticazione.

Un’alimentazione sana e bilanciata, è fondamentale per aiutare un cucciolo che abbia una patologia scheletrica. Infatti, con un’adeguata nutrizione, si supporta al meglio lo sviluppo armonico del suo organismo. Gli alimenti studiati per la salute del cucciolo, in crocchette e umidi, prevedono un adeguato apporto di calcio e fosforo necessario in questa fase alla crescita delle ossa, e le fonti naturali di Omega 3 e Omega 6, che riducono le infiammazioni e idratano il pelo e mantengono in salute il manto del cane.

Anche la quantità di cibo assunta giornalmente è fondamentale nella salute di un cucciolo.

Per determinare quotidianamente in tempo reale la dose di cibo corretta con cui alimentare il Tuo cucciolo, Mongrel ha sviluppato la soluzione Tracker + App.

Il Traker è un dispositivo che si aggancia al collare del cucciolo e ne rileva il movimento; l’App sulla quale vengono impostati i dati del cucciolo (Razza, Sesso, Età, Stato di forma, Peso), acquisisce i dati dal Tracker e li elabora per determinare con precisione il fabbisogno calorico e la dose corretta di alimenti.

L’App Mongrel consente di calcolare con la massima precisione la dose corretta di cibo da dare al cane in ogni fase della sua vita, sin da quando è cucciolo fino a quando entra nella senilità.

Oggi puoi ottenere gratuitamente il Tracker e l’App Mongrel.


Scopri di più


Recommended Posts

Leave a Reply