3 consigli per migliorare la pelle e il pelo del gatto

3 consigli per migliorare la pelle e il pelo del gatto

Le condizioni in cui versano la pelle e il manto del gatto vanno oltre un fatto estetico, ma ci informano da vicino sulla salute del gatto. Secondo i veterinari e i nutrizionisti, gli accorgimenti per fornire al nostro amico a quattro zampe una pelle sana e un pelo lucido, devono comprendere sia una corretta igiene che prevenga fastidiosi parassiti, che un’alimentazione sana e bilanciata.

Lo stato della pelle e del pelo del gatto sono ottimi indicatori, dicevamo, del suo stato di salute: se il gatto si graffia e si morde, e perde vaste porzioni di pelo o di cute, potremmo trovarci a gestire un’allergia alimentare o un problema con i parassiti della sua cute.

La diagnosi e il trattamento di situazioni patologiche della pelle devono essere sempre lasciate al veterinario, ma ci sono alcune cose che possiamo fare per migliorare la pelle del micio di casa.

Gestire il livello di stress del Gatto

Se l’atto di leccarsi nel gatto diventa anormale e ossessivo nelle modalità – non solo più frequente, in quanto i gatti passano a leccarsi il manto in media dalle sei alle otto ore al giorno –  a ciò può seguire anche una perdita di pelo, condizione nota come alopecia.

Quando il veterinario stabilisce che l’eccessivo leccarsi dell’animale ha un’origine psicologica piuttosto che fisica, la condizione è detta alopecia psicogena. Gli studiosi dicono che i gatti possono impegnarsi in questo tipo di comportamento compulsivo per alleviare lo stress. I gatti con alopecia psicogena raramente si grattano fino a danneggiare la pelle e il manto, ma il loro comportamento ansioso è rivelatore di una condizione di ansia o tensione eccessiva. I proprietari dovrebbero tempestivamente individuare il problema, che se trascurato potrebbe condurre ad altri disturbi, come ad esempio la cistite idiopatica.

Per questo motivo, cercare di ridurre lo stress del felino dandogli uno spazio nel quale si può ritirare e sentire al sicuro, è estremamente utile. Interagire con il gatto, giocare con lui o fornirgli dei giocattoli, dispensargli ogni tanto coccole è un rimedio anch’esso importante. Il gatto con alopecia psicogena può trarre inoltre beneficio dal trattamento con farmaci per alleviare lansia.

Fare una buona toelette al gatto

Spazzolare e pulire il pelo al gatto non è solo un modo per rafforzare il legame con il proprio animale. È estremamente positivo per la salute del micio. Attraverso la spazzolatura, specie se si tratta di un gatto a pelo lungo – come le razze maine coon, siberiano, chinchilla – aiutiamo l’animale a tenere in ordine il pelo, e preveniamo il formarsi di eventuali boli di pelo nel suo intestino. Nella zona della cute, inoltre, si possono formare dei nodi che il gatto non riesce a rimuovere, e che potrebbero degenerare in infezioni o antiestetiche perdite di pelo.

La spazzolatura aiuta la lucentezza del pelo, perché distribuisce gli oli naturali presenti sulla superficie del manto. Esistono una serie di ottimi accessori per la pulizia del manto del gatto: shampoo, lozioni, guanti per il lavaggio, e delicate spazzole che rimuovono il pelo in eccesso e fanno stare meglio il micio, che godrà con piacere di questo trattamento.

Cibi che migliorano il pelo del gatto

Per mantenere in salute in forma il gatto è necessario fornirgli un’alimentazione equilibrata e completa, fin da quando è ancora un cucciolo. In particolare, nel nutrire un gatto dobbiamo tenere presente che si tratta di un carnivoro – perciò gli avanzi della tavola e altri alimenti nocivi per la sua salute andranno evitati. L’alimentazione non deve essere eccessiva: la quantità di cibo che lasciamo a sua disposizione durante il giorno deve essere commisurata alle sue reali necessità, o corriamo il rischio di fargli sviluppare problemi come il sovrappeso, che ha ricadute importanti sulla sua salute.

Tra i nutrienti particolarmente utili per la salute della pelle e del pelo del gatto, ci sono gli acidi grassi omega 3 e omega 6.

L’acido alfa-linolenico (ALA) e l’acido eicosapentaenoico (EPA) sono due acidi grassi omega-3 che giovano alla salute della pelle e del manto. Gli ALA, provenienti da alimenti come i semi di lino, aiutano a mantenere la barriera di permeabilità all’acqua della pelle. Più comunemente presenti in alcuni oli di pesce, gli EPA sono importanti per le loro proprietà antinfiammatorie e il ruolo nella normale fluidità della membrana cellulare.

I gatti hanno bisogno di due tipi di acidi grassi omega-6: l’acido linoleico, che si trova negli oli vegetali, e l’acido arachidonico, spesso proveniente da grassi animali (il cosiddetto olio di pesce). Gli acidi grassi Omega-6 aiutano a mantenere la salute e l’integrità dei tessuti epiteliali, come la pelle e il pelo.

I nostri veterinari hanno formulato l’intera linea di Alimenti BIO con ingredienti provenienti da aziende certificate, di allevamento ed agricoltura biologica. Le ricette prevedono l’utilizzo di elevatissime percentuali di carne o di pesce, abbinate ad ingredienti che garantiscono l’apporto vitaminico, di fibre e di minerali di cui ha bisogno il Gatto. Tutti gli Alimenti sono gustosi e adatti anche ai palati più esigenti, cotti a vapore per mantenere integre le loro proprietà organolettiche.


Scopri gli Alimenti BIO


Recommended Posts

Leave a Reply