4 consigli fondamentali per allevare bene un cucciolo di cane

4 consigli fondamentali per allevare bene un cucciolo di cane

Allevare un cucciolo è una delle esperienze più emozionanti che si possano vivere e una delle responsabilità più grandi che ci si possa assumere. Dovremo, infatti, garantirgli una vita sana e felice ed educarlo al meglio delle nostre possibilità, in modo che si adatti felicemente alla vita in compagnia di noi umani. I primi mesi di vita sono fondamentali nel determinare il futuro carattere e comportamento del cane, per cui dovremo essere pronti a raccogliere il testimone passatoci dalla madre naturale.

Allevare un cucciolo vuol dire innanzitutto prenderci cura della sua salute, badare alla sua igiene e assicurarci di sottoporlo a tutti i trattamenti di rito. Ecco i nostri consigli sulle 4 incombenze più importanti da affrontare.

La prima missione da portare a termine riguarda senza dubbio il microchip. Si tratta di un piccolo dispositivo elettronico che viene inoculato sotto la pelle da un medico veterinario e che permette l’identificazione dell’animale. La sua installazione deve avvenire entro i primi due mesi di vita del cucciolo. Se abbiamo acquistato un cucciolo di razza da un allevamento, è molto probabile che il microchip sia già stato inserito, dato che solitamente i cuccioli vengono “consegnati” tra i due e i tre mesi d’età, mentre nel caso di un meticcio trovato per strada o proveniente da altre fonti è meglio portarlo subito dal veterinario.

Provveduto al microchip, bisogna pensare alle vaccinazioni, fondamentali per proteggere il cucciolo da pericolose malattie una volta svanito l’effetto benefico del colostro, il latte materno assorbito dai cuccioli nelle prime 24-48 ore di vita, ricchissimo di anticorpi. La vaccinazione assolutamente indispensabile è la cosiddetta eptavalente, che protegge da numerose malattie e virus quali il cimurro, l’adenovirus, la parainfluenza, il parvovirus e la leptospirosi. Importante è anche quella per la malattia di Lyme, data la presenza sempre maggiore di zecche in città, mentre l’antirabbica è fondamentale soprattutto per chi prevede di portare il proprio cane all’estero.

Fin da cucciolo, il cane avrà inoltre bisogno di essere trattato con antiparassitari per tenere a bada non solo pulci e zecche, ma anche zanzare e pappataci, che possono trasmettere malattie pericolose come la leishmaniosi e la filariosi. Questi prodotti si dividono in chimici e naturali. I primi hanno un effetto immediato e più potente, ma possono essere nocivi per altri animali domestici e per i bambini, nonché inadatti a cuccioli, cani anziani e malati; richiedono, quindi, maggiori controlli. I secondi, dall’effetto più blando ed efficaci solo dopo 3-4 giorni, non hanno invece forti controindicazioni. È bene, quindi, scegliere il prodotto migliore per le proprie esigenze dopo aver consultato le etichette e aver parlato con un veterinario.

Un ulteriore modo per badare al benessere del cane è prendersi cura della sua igiene. Operazioni regolari come la toelettatura, il bagno (non troppo frequente) e la pulizia degli occhi e delle orecchie non serviranno solo a preservarne la salute e l’aspetto fisico, ma anche a cementare il rapporto tra cucciolo e padrone e ad abituarlo a essere manipolato.

I nostri nutrizionisti hanno elaborato la linea grain free ipoallergenica e la linea Bio per fornire al tuo cane, alimenti completi e bilanciati fin da quando è un cucciolo e prevenire le intolleranze. Dai 3 ai 12 mesi, puoi prenderti cura di lui con Mongrel Grain Free per Cuccioli Salmone, Patate Dolci, Carote Kg 2. È un alimento in crocchette equilibrato e completo, ottimo per sostenere la crescita muscolare e scheletrica dei primi mesi di vita. L’alta percentuale di salmone, fornisce non solo un apporto proteico di valore ma anche fonti naturali di Omega 3, che mantengono in salute la pelle e il pelo del cane.


Scopri l’Alimento


Recommended Posts

Leave a Reply