Cani e neonati: consigli per un rapporto proficuo e sereno

Cani e neonati: consigli per un rapporto proficuo e sereno

Decidere di allargare una famiglia, nella quale sono presenti dei bambini, adottando un cane, è un gesto che può avere molti risvolti positivi, soprattutto per i più piccoli. Il contatto con l’animale è destinato, infatti, a rafforzare le difese immunitarie, riducendo il rischio di sviluppare forme allergiche negli anni a venire. Inoltre, vivere in compagnia di un cane rende il bambino più estroverso e meno soggetto ad ansia e stress. Imparerà a prendersi cura di un essere vivente e beneficerà di un compagno di giochi. Tuttavia, è importante che gli adulti prendano delle precauzioni per assicurare una convivenza ottimale tra cani e neonati.

Un primo consiglio è quello di non lasciare bambini e cani da soli in casa. Anche i momenti dedicati al gioco, infatti, potrebbero portare il cane, soprattutto se cucciolo, a fare involontariamente male al bambino. È sufficiente una reazione aggressiva dell’amico a quattro zampe per causare un trauma al piccolo, facendo nascere in lui una vera e propria fobia nei confronti dei cani. Anche se, normalmente, questi ultimi si mostrano delicati nei confronti dei “cuccioli” umani, se infastiditi potrebbero graffiare o mordere. Maggiore attenzione è necessaria quando, sotto allo stesso tetto, convivono cani e neonati. In questo caso è meglio optare per un cane di taglia piccola e, soprattutto, appartenente ad una razza non aggressiva, come ad esempio Maltese, Carlino, Cavalier King e Bassotto Nano.

Nel caso di neonati e cani in casa l’igiene è un fattore determinante. Un animale pulito e vaccinato è destinato con ogni probabilità ad essere meno esposto a malattie e, allo stesso tempo, non potrà trasmetterle al bambino. I cani sterilizzati, invece, si rivelano meno aggressivi, non sono normalmente soggetti a disturbi comportamentali e vedono diminuire il rischio di patologie al sistema riproduttivo.


Scopri i nostri prodotti


Recommended Posts

Leave a Reply