Colpo di calore nel cane: come riconoscerlo, cosa fare e come prevenirlo

Colpo di calore nel cane: come riconoscerlo, cosa fare e come prevenirlo

Anche i nostri amici pelosi sono purtroppo soggetti al colpo di calore. La causa più comune dell’ipertermia, cioè la temperatura corporea troppo alta, in estate è legata alla cattiva abitudine di lasciare il cane nel giardino senza particolari protezioni, oppure in macchina mentre si va a fare la spesa.

I cani non sono in grado di disperdere il calore corporeo come avviene negli umani, in poche parole si scaldano più velocemente di noi. Il cane disperde il calore nel momento in cui ansima fortemente e attraverso una blanda “sudorazione” dei polpastrelli. Il colpo di calore è un problema grave. Senza avere le informazioni sufficienti, non è facile individuare subito i sintomi.

Osservare alcune regole che riguardano la prevenzione del colpo di calore, capire quali possono essere i sintomi e saper intervenire appena si manifestano, può significare salvare la vita al vostro cane.

 Quali sintomi mostra il cane con il colpo di calore? Eccovi i più frequenti:  ansima in modo rapido e affannoso, le gengive sono pallide, l’animale è nervoso o depresso, manifesta debolezza o vertigini. Altri sintomi possono consistere in: vomito, shock, perdita dell’equilibrio, letargia, apatia, spossatezza, il cane cerca luoghi più freschi, tremori, spasmi muscolari, coma, decesso.

Il cane con il colpo di calore può manifestare solo alcuni di questi sintomi, se si tratta di colpo di calore moderato, nell’arco di un’ora, se tempestivamente soccorso, si riprenderà.

 Cosa fare nel caso si sospetti il colpo di calore?
Presta attenzione se i sintomi peggiorano. Se ti accorgi di uno dei sintomi seguenti in pochi attimi, il colpo di calore si sta aggravando. La difficoltà respiratoria tende ad aumentare, il cane appare sempre più debole, le gengive diventano blu o viola, il cane appare disorientato e collassato, il cane entra in coma.

 Si deve intervenire tempestivamente.
La prima cosa da fare è misurare la temperatura rettale. Normalmente è compresa tra i 37,2 e i 39 °C. Un cane è surriscaldato quando la sua temperatura è di 39,4 °C o più; a 42,8 °C, di solito, è fatale.

Ecco come devi agire:

Sposta il cane dalla zona al sole e sistemalo all’ombra magari un po’ ventilata e procurati il termometro ( se hai un’animale domestico è uno strumento assolutamente indispensabile, ci sono quelli per animali). Se riesci chiama qualcuno per aiutarti (un parente presente in casa, un vicino di casa, persone che possono arrivare immediatamente).

Utilizzo del termometro nel colpo di calore 

Ungi la punta del termometro o bagnalo con una goccia d’acqua per facilitare l’inserimento nell’apertura anale,  solleva la coda del cane, inserisci il termometro 2.5 cm dentro apertura anale (il cane deve essere tenuto fermo durante il prelievo della temperatura). Aspetta sempre il segnale acustico per verificare la temperatura.  Chiama immediatamente il veterinario se la temperatura supera quella indicata come normale, cioè compresa tra 37,2 °C e 39,4°C,  se la temperatura supera i 40°C prima di portare il cane dal veterinario devi abbassare la temperatura corporea del cane (sicuramente il veterinario ti può confermare questa procedura).
Se non hai il termometro, comunque i sintomi elencati sopra ti permettono di valutare la gravità della situazione. In ogni caso una bella rinfrescata con l’acqua dal tubo del giardino, può dare un po’ di sollievo al tuo amico peloso nei giorni molto caldi.

Nel caso riscontriamo un colpo di calore nel cane è essenziale rivolgerci al più vicino veterinario. E’ importante, nel frattempo, cercare di abbassare la sua temperatura corporea.

E’ importante garantire fin da quando è un cucciolo a Fido un’alimentazione sana e bilanciata, in modo da attuare un atteggiamento preventivo verso i problemi ai quali il cane può risultare predisposto.
Per i cani che hanno manifestato forme di allergia alimentare o di intolleranza, i nostri veterinari hanno formulato gli Alimenti Grain Free in crocchette e quelli BIO umidi. Sono tutti Alimenti completi, monoproteici ipoallergenici, completi e bilanciati, perfettamente adatti per una dieta ipoallergenica.


Scopri gli Alimenti Grain free


(Grazie ad Alice in Goldenland per quest’articolo)

Recommended Posts

Leave a Reply