Come capire se il gatto è sovrappeso

Come capire se il gatto è sovrappeso

Una silhouette perfetta non è solo l’aspirazione delle modelle o di chi fa regolarmente attività fisica: in realtà anche il nostro gatto dovrebbe avere la propria, e a giovarne sarà innanzitutto la sua salute. Molti gatti, al giorno d’oggi, per via del mutato stile di vita al quale sono sottoposti, sono in sovrappeso. Non sempre, però, il proprietario ne è consapevole.

L’opinione degli esperti, è che molti proprietari – forse per un fatto affettivo – tendano a sottovalutare la questione. Eppure, il gatto che mangia troppo e fa poca attività fisica, e sviluppa un sovrappeso, ha molte più probabilità di contrarre malattie come il diabete, le malattie cardiovascolari e l’artrite.

La condizione di sovrappeso in un gatto può essere facilmente diagnosticata dal veterinario, ma anche noi possiamo riscontrarla.

Strumenti per determinare la condizione di sovrappeso nel gatto

Uno strumento per determinare se il gatto è obeso o in sovrappeso è l’indice FBI (fat body index). Utilizzando le immagini riportate nella tabella dell’articolo sul Body Fat Index, riusciamo a capire in quale condizione l’animale si trova, associando la forma del suo corpo a un’immagine precisa che ha un punteggio e una descrizione. Possiamo andare dalla casistica di un animale sottopeso – tipica, per esempio, di un gatto randagio – a quella di sovrappeso o obesità di un gatto domestico. I segnali di pinguedine consistono in una maggiore difficoltà di palpare le costole, in depositi di grasso che si presentano come rivestimento dell’addome, e modificano la silhouette dell’animale. Se il gatto si trova, invece, in una posizione intermedia fra i casi tipici, significa che ha un peso ideale.

Il peso ideale del gatto e il calcolatore di cibo   

I nostri veterinari nutrizionisti hanno predisposto un calcolatore di cibo che, mediante il facile inserimento dei dati fondamentali, offre il calcolo del fabbisogno energetico del gatto (espresso in chilocalorie) e la dose ottimale di alimenti da dargli quotidianamente. Mongrel lo mette a disposizione gratuita dei propri utenti. Dopo averlo utilizzato, riceverai anche una serie di consigli mirati sulle caratteristiche del Tuo micio.

VAI AL CALCOLATORE

Una vita sana ed una alimentazione equilibrata garantiscono al tuo Gatto una vita lunga e felice. Sai di quante chilocalorie ha bisogno il tuo gatto? Calcola GRATIS il suo fabbisogno energetico e la sua dose ottimale per tenerlo sempre in forma ed in salute!

 

Possiamo fare quest’analisi da soli, e poi chiedere conferma al veterinario circa la situazione del micio. Un’analisi visiva accurata del gatto, è in grado di fornire risposte molto precise sullo stato di forma e sul suo peso forma. In generale, un animale in sovrappeso tende a prendere una forma a uovo, piuttosto che a clessidra. Questa condizione, è molto più frequente dopo i sette anni d’età, quando il nostro amico a quattro zampe inizia a essere un gatto anziano.

Nella sua analisi, il veterinario prende in considerazione in particolare quattro fattori:

Costole: per essere considerato un gatto normopeso, le costole si devono sentire ma non vedere. Se si vedono, l’animale è sottopeso; viceversa se non si sentono al tatto, toccando l’addome, l’animale è sovrappeso.

Circonferenza addominale: la circonferenza del gatto dev’essere ben definita, e vista dall’alto deve avere una forma a clessidra. Se il gatto è a pelo lungo, quest’indagine è più complicata. Se il ventre è cascante, il gatto è in sovrappeso, se invece il girovita è ben definito, l’animale ha un peso ideale.

La quantità di grasso sottopelle e la massa muscolare possono essere rilevati solo con appositi strumenti in dotazione ai veterinari. Sono entrambi molto utili, in quanto forniscono indicazioni dirette su quanto l’animale deve dimagrire, per raggiungere il peso ideale.

 Aiutare il gatto a dimagrire

Se un gatto è in sovrappeso, occorre da un lato limitare l’apporto calorico, in base ai consigli del veterinario – la riduzione può essere per esempio del 25% ma dipende, ovviamente, dalla quantità giornaliera di cibo fornita – dall’altra occorre aumentare gradualmente l’attività fisica. Rispetto a un cane, è più difficile persuadere un gatto a fare esercizi, soprattutto se è anziano o pigro. Tuttavia, i gatti sono più attivi al mattino presto o quando il sole tramonta, quindi questi potrebbero essere i momenti in cui forniamo loro giochi e passatempi oppure gli concediamo di uscire all’aperto. Far fare attività fisica al gatto, significa intervenire meno sulla quantità di cibo fornita, per aiutarlo a ripristinare il peso ideale.

Per soddisfare le esigenze nutrizionali dei gatti in sovrappeso, i nostri veterinari nutrizionisti hanno sviluppato la Linea di Cibo Biologico caratterizzata da un ridotto contenuto calorico ed elevato apporto proteico.

Gli ingredienti di alta qualità utilizzati nella produzione della linea BIO sono associati ad un basso contenuto di grassi e ad un elevato apporto di fibre per soddisfare l’appetito del gatto.

Tutti gli Alimenti della linea BIO vengono prodotti senza coloranti nè conservanti e la cottura al vapore preserva le proprietà nutrizionali degli ingredienti.

Curare il peso del gatto, attraverso un’alimentazione equilibrata e di buona qualità, lo preserva dalle malattie e gli allunga la vita.


Scopri gli Alimenti BIO


Recommended Posts

Leave a Reply