Come gestire la salute del gatto anziano

Come gestire la salute del gatto anziano

Quando gli anni passano e un gatto diventa anziano, è possibile prendersi cura della sua salute, specie se iniziano a presentarsi i disturbi legati all’età dell’animale. Secondo i maggiori enti e centri di ricerca, un gatto diventa anziano superati 10 anni d’età; dai 7 anni ai 10 è da considerare a tutti gli effetti un gatto ancora adulto di mezza età. L’età geriatrica si può protrarre molto a lungo, visto che non sono infrequenti nel mondo, i casi di gatti che raggiungono i 25 anni d’età.

Poiché le malattie nell’età anziana diventano più frequenti, è bene sottoporre il gatto a visite mediche periodiche in un più breve arco di tempo, ogni sei mesi invece che ogni anno.

Le problematiche nella salute del gatto anziano  

Un primo aspetto che va seguito con attenzione riguarda il peso del gatto, le cui variazioni devono essere monitorate con attenzione. Sia il sovrappeso sia il sottopeso, in un gatto anziano, possono rivelare disturbi legati a una patologia.
I nostri veterinari nutrizionisti hanno predisposto un calcolatore di cibo che, mediante il facile inserimento dei dati fondamentali, offre il calcolo del fabbisogno energetico del gatto (espresso in chilocalorie) e la dose ottimale di alimenti da dargli quotidianamente. Mongrel lo mette a disposizione gratuita dei propri utenti. Dopo averlo utilizzato, riceverai anche una serie di consigli mirati sulle caratteristiche del Tuo micio.

VAI AL CALCOLATORE

Una vita sana ed una alimentazione equilibrata garantiscono al tuo Gatto una vita lunga e felice. Sai di quante chilocalorie ha bisogno il tuo gatto? Calcola GRATIS il suo fabbisogno energetico e la sua dose ottimale per tenerlo sempre in forma ed in salute!

Ecco i principali altri aspetti da tenere in considerazione per quanto riguarda la salute del gatto anziano:

Abitudini d’uso della lettiera: se notiamo che il gatto usa con maggiore frequenza la lettiera, o troviamo una quantità maggiore di pelo, uno o entrambi questi indizi possono indicare un problema.

Mobilità: se il gatto smette di saltare o mostra diminuzioni significative della sua capacità di muoversi, ciò può essere un campanello d’allarme.

Comportamento: il gatto può d’improvviso cambiare il suo comportamento, mostrandosi più facile ad alterarsi, oppure può dormire molto di più, o viceversa mostrare disturbi del sonno.

Quali sono le malattie più frequenti nel gatto anziano?

Le malattie dentali: l’invecchiamento dell’apparato dentale predispone circa l’80% dei gatti ad avere patologie dentali in tarda età.

Artrosi: l’artrite nei gatti è una malattia degenerativa delle articolazioni che colpisce oltre il 90% dei gatti una volta superati i 10 anni di età.

Malattie renali: patologie a carico dei reni si riscontra in oltre il 20% di tutti i gatti senior. I sintomi della malattia renale possono essere molto lievi e presentarsi con l’aumentata sete e delle quantità di urina maggiori nella lettiera, oppure con l’inappetenza e la perdita di peso.

Ipertiroidismo: perdita di peso, aumento dell’appetito e vocalizzi molto frequenti sono i sintomi che si accompagnano all’ipertiroidismo.

Malattia infiammatoria intestinale: vomito, diarrea e perdita di peso sono i sintomi più tipici di questo problema comune nel gatto anziano.

Diabete: questa è una malattia comune dei gatti più anziani, specialmente quelli in sovrappeso.

Cancro: i tumori intestinali, mammari e orali sono tutti più comuni nei gatti anziani.

Sindrome da disfunzione cognitiva: l’80% dei gatti ha una disfunzione cognitiva più o meno grave superati 15 anni.

Il ruolo delle visite mediche

Come dicevamo, le visite mediche periodiche sono estremamente importanti per la salute del gatto anziano. Attraverso un esame fisico completo, il veterinario è in grado di comprendere spesso se sono sorte delle nuove problematiche nel micio; e fare i dovuti approfondimenti attraverso radiografie, tac, esami del sangue e delle urine laddove ravvisi dei sintomi significativi. Nel ruolo preventivo delle malattie geriatriche del gatto, ha un posto speciale l’alimentazione: una nutrizione completa e bilanciata infatti, è in grado di mantenere più a lungo giovane e sano il gatto e rallentare la comparsa di problemi legati all’età.

Crocchette morbide e digeribili per gatti anziani

Crocchette morbide per gatto anziano Fornire al gatto anziano alimenti completi, sani e appetibili è fondamentale per prevenire o rallentare le patologie legate all’età. Tenendo conto delle esigenze del gatto anziano, i nostri veterinari hanno formulato, le Crocchette per gatti senior con pesce e riso, un Alimento in crocchette completo e bilanciato. Le crocchette sono morbide e altamente digeribili grazie al contenuto di FOS e MOS, ingredienti assolutamente naturali che favoriscono il benessere dell’apparato digerente tramite la stimolazione della flora intestinale ed agevolano l’espulsione dei batteri, causa di disfunzioni intestinali. L’apporto delle Vitamine C ed E, contenute nell’Alimento, aiuta a prevenire l’invecchiamento cellulare, svolgendo una funzione antiossidante; la combinazione della Vitamina E con lo Zinco, favorisce il buon funzionamento delle difese naturali dell’organismo e l’apporto delle Vitamine del gruppo B garantisce il buon funzionamento del sistema nervoso.


Scopri l’Alimento


Recommended Posts

Leave a Reply