Come sverminare cani e cuccioli

Come sverminare cani e cuccioli

I cani sono ospiti ideali per i vermi e altri parassiti. Hanno l’abitudine di annusare, bere, leccare e inghiottire qualsiasi capiti sul loro cammino, come per esempio rifiuti, escrementi di altri animali, sporcizia varia. I parassiti si insinuano nel corpo del cane da un momento all’altro. Il veterinario può essere indotto a pensare che il cane abbia i vermi in presenza di sintomi quali diarrea e vomito, se l’animale perde peso, o si lecca e si morde con frequenza sotto la coda cercando sollievo al prurito. I sintomi dipendono dalla tipologia di verme e da dove si è insediato nel corpo del cane.

Diagnosi

La maggior parte dei vermi che infettano i cani – tra cui nematodi, tenie, anchilostomi e tricocefali – vivono nell’intestino, che diventa quindi il primo organo da investigare.

Se si tratta della visita di controllo annuale, e se il veterinario ipotizza che il cane possa avere i vermi, occorre fornire un campione di feci per l’analisi. È sufficiente raccogliere un campione di feci fresche, metterle in un sacchetto di plastica e portarlo dal veterinario, il quale lo analizza al microscopio per vedere se sono presenti vermi, e di quale tipo.

La filaria è un altro tipo di parassita che può causare seri problemi di salute, e talvolta, persino la morte. Si tratta di vermi di notevole lunghezza (arrivano a 30 cm) che si annidano nel cuore, nei polmoni e nei vasi sanguigni. Le zanzare, pungendo un cane infetto, sono in grado di portare i germi del parassita a un altro cane. È sufficiente un esame del sangue per capire se il cane ha la filaria.

Come sverminare il cucciolo e il cane adulto

Ci sono a disposizione diverse efficaci pratiche per sverminare un cane. Prima si riesce a eliminare i vermi dall’organismo del cane, prima l’animale sarà in grado di recuperare il suo perfetto stato di forma e salute. Il veterinario può somministrare al cane farmaci per via orale, in modo da uccidere i vermi. Queste medicine sono definite ad ampio spettro, in grado cioè di trattare una vasta gamma di parassiti, compresi i vermi che vivono nell’intestino per i quali rappresentano un veleno, mentre sono innocui per il cane.

I vermi sono molto frequenti nel cucciolo di cane, e a questo proposito il veterinario consiglia di solito di sverminarli per la prima volta quando hanno due o tre settimane. I vermi possono essere trasmessi dalla cagna al cucciolo prima del parto, o anche durante il periodo di allattamento. La prima somministrazione uccide i vermi presenti in quel momento nell’organismo del cucciolo. Occorre procedere poi a una nuova sverminazione, che eliminerà i vermi dischiusisi successivamente. Il veterinario, in caso di presenza di anchilostomi, potrebbe voler aiutare il cucciolo con una trasfusione di sangue, in quanto questi vermi drenano il sangue dall’intestino e causano anemia.

La terapia di sverminamento è all’incirca la stessa nel cucciolo e nel cane adulto. Si utilizzano gli stessi farmaci.

Trattamento della filaria

Se il cane ha contratto la filaria, il veterinario procede a fare al cane gli esami ematici, e le radiografie per giungere a capire quanto è importante l’infezione contratta. I test sono estremamente importanti per salvaguardare la vita dell’animale. In tutto, la terapia per la filaria dura alcuni mesi. Prevede un periodo di trattamento iniziale con antibiotici e infiammatori, nel primo mese. Segue un trattamento più robusto per l’eradicazione completa della malattia, con farmaci che possono essere somministrati solo dal veterinario.

Non è la fine della terapia. Infatti, questi vermi, di notevoli dimensioni, quando muoiono e si rompono possono essere di ostacolo al normale fluire del sangue nelle arterie e nei polmoni, in particolare se il cane fa eccessiva attività fisica. Un cane che sta guarendo dalla filaria dovrà pertanto avere uno stile di vita tranquillo, nel periodo di recupero.

A sei mesi dall’inizio del trattamento, il veterinario compie di nuovo le analisi del sangue, per fare una diagnosi della situazione e verificare la morte dei vermi. Se sono ancora presenti, occorre proseguire il trattamento; se invece sono stati eliminati tutti, occorre che il cane prenda per il resto della vita farmaci atti a prevenire il disturbo, e ripetere il test per la filaria ogni anno.

Prevenzione contro i parassiti

Il modo migliore per proteggere il cane dai parassiti è quello di tenere puliti gli ambienti domestici, tra cui il cortile, limitando la presenza di pulci e zanzare che possono fare loro da veicolo. Alcuni tipi di vermi possono essere contagiosi per gli esseri umani, perciò quest’accorgimento risulta davvero utile.

Per prevenire la presenza di vermi nell’organismo del cane, occorre:

– portare il cane dal veterinario per i controlli di routine, quattro volte all’anno quand’è ancora un cucciolo, e due volte all’anno quando è diventato un esemplare adulto;

– prevenire la presenza di pulci nel corpo del cane, con un collare antiparassitario o la somministrazione di farmaci orali se è il caso;

– seguire le indicazioni del veterinario per la prevenzione della filaria, rispettando i tempi (di solito una volta al mese) di somministrazione;

– gettare via prontamente le feci del cane, e tenere pulito il suo ambiente.

– se c’è la preoccupazione che il cane abbia i vermi, occorre evitare di baciarlo o farsi leccare. È meglio che l’animale si abitui, per la stessa ragione, a non dormire nel letto del proprietario.

Per determinare quotidianamente in tempo reale la dose di cibo corretta con cui alimentare il Tuo cucciolo, Mongrel ha sviluppato la soluzione Tracker + App.

Il Traker è un dispositivo che si aggancia al collare del cucciolo e ne rileva il movimento; l’App sulla quale vengono impostati i dati del cucciolo (Razza, Sesso, Età, Stato di forma, Peso), acquisisce i dati dal Tracker e li elabora per determinare con precisione il fabbisogno calorico e la dose corretta di alimenti.

L’App Mongrel consente di calcolare con la massima precisione la dose corretta di cibo da dare al cane in ogni fase della sua vita, sin da quando è cucciolo fino a quando entra nella senilità.

Oggi puoi ottenere gratuitamente il Tracker e l’App Mongrel.


Scopri di più


Recommended Posts

Leave a Reply