Hemingway amava i gatti

Hemingway amava i gatti

È tempo d’estate, e portarsi in spiaggia qualche bel libro, come ad esempio quelli scritti da Ernest Hemingway.  In pochi forse lo sanno, ma lo scrittore americano – autore del best seller il vecchio e il mare, che nel 1954 gli valse il premio Nobel – era un grande amante dei gatti.

Hemingway amava l’avventura e la vita all’aria aperta. I suoi safari, e l’impegno come soldato, sono diventati celebri all’interno dei suoi racconti più famosi, dove spesso non mancano tenere descrizioni di animali. Nel racconto “Il vecchio al ponte” un vecchio si preoccupa della sorte dei suoi animali abbandonati in seguito alla guerra, tra cui un gatto.

Nella Finca Vija, la grande villa che possedeva a Cuba, lo scrittore viveva con 57 gatti. Per loro aveva fatto costruire una torre, dove aveva sistemato il proprio studio. Non sono poche le foto che ritraggono Hemingway mentre scrive, in compagnia di qualcuno dei suoi piccoli amici.

Di Hemingway è diventato celebre l’aforisma: “I gatti dimostrano di avere un’assoluta onestà emotiva. Gli esseri umani, per una ragione o per l’altra, quasi sempre riescono a nascondere i propri sentimenti. I gatti no.”


Scopri i nostri prodotti


Categories: Storie

Recommended Posts

Leave a Reply