Il gatto fa la pipì in casa? Le cause principali

Il gatto fa la pipì in casa? Le cause principali

Il gatto è un animale molto pulito, tanto che la cura del pelo rappresenta una delle sue attività preferite assieme al dormire e al mangiare. Questo lo porta, fin da cucciolo, ad utilizzare senza indugio la lettiera, un’abitudine che non cessa in età adulta. Ad ogni modo può accadere che, improvvisamente, il micio inizi ad urinare al di fuori della lettiera. Si tratta di un comportamento del gatto che non deve essere concepito come un dispetto; il felino, infatti, alla base di ogni sua azione nasconde delle motivazioni. Un gatto fa pipì in casa per esprimere un disagio nei confronti dell’ambiente circostante, oppure per manifestare la sua avversione a particolari situazioni venutesi a creare all’interno delle mura domestiche.

Un gatto non castrato può urinare in casa per effettuare la cosiddetta “marcatura verticale“, ossia per marcare il suo territorio. in questo caso si ha a che fare con una pipì veloce, effettuata all’improvviso senza accovacciarsi. Si parla di “marcatura orizzontale“, invece, quando il micio decide di accovacciarsi su tappeti, divani e letti per urinare. Alla base di queste evenienze vi sono alcuni problemi che inducono il gatto a non utilizzare la cassettina igienica; tra le più comuni rientrano il cambio di lettiera (soprattutto quando quella nuova ha dimensioni più contenute) o una scarsa pulizia della stessa.

Anche una cassettina posizionata in un angolo dell’appartamento eccessivamente trafficato e rumoroso, o il fatto che venga condivisa con un nuovo arrivato, possono essere elementi di disagio. Il gatto può reagire in questo modo nel caso di assenza prolungata di uno dei membri della famiglia adottiva. Infine, il mancato uso della lettiera può essere legato a problemi di cistite, o ad altri disturbi dell’apparato urinario.


Scopri i nostri prodotti


Recommended Posts

Leave a Reply