Il raffreddore nel gatto: sintomi e terapia

Il raffreddore nel gatto: sintomi e terapia

Quasi tutto ciò che irrita o solletica il naso di un gatto può causare uno starnuto, ma se il gatto o il gattino starnutiscono spesso dobbiamo cercare di capire di cosa si tratta. Se starnutire è l’unico sintomo manifestato dal gatto – ovvero non è presente alcuno scarico da occhi e naso – quasi di sicuro ci troviamo di fronte a un’allergia. Il gatto potrebbe essere entrato in contatto con sostanze per lui irritanti, per esempio un deodorante, il fumo di sigaretta, ecc. Se il gatto, oltre a starnutire, ha il naso che cola, potrebbe avere un’infezione delle vie respiratorie.

I gatti soffrono di raffreddore?

Il virus del raffreddore che colpisce gli esseri umani è diverso da quello che causa il raffreddore nel gatto. Ciò significa che le due malattie non sono trasmissibili, né dal gatto all’uomo, né viceversa. Quindi non vi può essere contagio. D’altra parte, i virus responsabili del raffreddore felino e alcuni batteri che determinano l’infezione, causano nel micio sintomi molto simili a quelli del raffreddore umano. La patologia che interessa il gatto, è più frequente nei gattini – hanno un sistema immunitario meno resistente – e nei gatti adulti non vaccinati.

I sintomi del raffreddore nel gatto

I più comuni sintomi del raffreddore nel gatto includono:

starnuti: il micio tende a fare starnuti più o meno frequenti, come detto in questo casi è importante verificare se il micio ha contratto il virus del raffreddore oppure soffre di allergie;

scarico dal naso o dagli occhi: il colore del muco può essere denso e chiaro, bianco, giallo o verde e provoca non poco fastidio al gatto;

tosse: è un tipico sintomo influenzale, per il quale occorre verificare che non siano presenti altre cause;

febbre: il micio  può avere la febbre, per evitare complicazioni dobbiamo quanto prima riferirlo al veterinario;

perdita d’appettito: altro sintomo tipico del raffreddore è quello legato alla perdita d’interesse per il cibo, a causa delle vie respiratorie intasate. Ciò può provocare anche disidratazione.

Le cause

Il motivo più frequente di raffreddore si deve al fatto che il gatto entra in contatto con virus come l’herpes felino o il calicivirus. In alcuni casi, si verificano infezioni batteriche secondarie che possono portare alla polmonite.

Diagnosi

Un esame fisico completo è di solito sufficiente per diagnosticare un’infezione delle vie respiratorie superiori. Se il gatto non risponde al trattamento come previsto, saranno necessari esami del sangue, radiografie e altri test diagnostici per determinare altre cause, o programmare una cura più aggressiva.

La cura del raffreddore

Rimedi naturali molto semplici consistono nel tenere puliti e libero gli occhi e il naso con un panno inumidito da sfregare su tali parti. Per incoraggiare il micio a mangiare, il cibo deve essere appetibile e un po’ riscaldato. Anche lasciare a disposizione abbondante acqua fresca è un buon aiuto (ma il gatto dovrebbe avere sempre a disposizione la sua ciotola, a prescindere o meno che abbia l’influenza). È importante che non gli somministriamo farmaci destinati a uso umano (aspirina, o l’antibilotico per l’uomo) in quanto per lui sono tossici. Se il gatto non mangia o i suoi sintomi peggiorano, è bene farlo visitare quanto prima da un veterinario.

Un vaporizzatore di aria calda e umida è utile per drenare i passaggi nasali e i seni nasali quando intasati. Se al gatto è stata diagnosticata un’infezione batterica, il veterinario probabilmente prescriverà degli antibiotici specifici per il gatto. L’infezione virale, nel frattempo, sarà affrontata dal sistema immunitario dell’animale.

Se il tuo gatto non sta mangiando o è disidratato, potrebbe aver bisogno di essere ricoverato in ospedale per essere alimentato in endovena, fino a quando non si sia rimesso e possa tornare a casa perché del tutto ristabilito.

Sintomi simili a quelli del raffreddore

I polipi nasali e gli oggetti estranei nel naso, tra cui i fili d’erba sono causa di sintomi simili a quelli del comune raffreddore; allo stesso modo, allergie, infezioni croniche, e tumori benigni o cancerogeni danno luogo a una sintomatologia simile.

Prevenzione

Ci sono molti virus che possono causare infezioni delle alte vie respiratorie nel gatto. Fortunatamente, ci sono vaccini disponibili per i due più comuni: il virus dell’herpes felino e il calicivirus felino. Assicurati che il tuo gatto riceva dal veterinario la vaccinazione iniziale ed i richiami.

Ti proponiamo alcuni alimenti dallo shop per tenere in forma e in salute il gatto:

Cibo secco per gatti: Crocchette ipoallergeniche con salmone e patate dolci. Confezione da 2 kg
crocchette ipoallergeniche con salmone e patate per gattoÈ un alimento naturale e sano, in crocchette, completo e bilanciato per l’alimentazione del gatto. Il salmone garantisce un apporto proteico di grande valore, che contribuisce alla salute dell’apparato muscolare e scheletrico del gatto. Il pesce assicura, inoltre, le preziose fonti naturali di Omega 3 e Omega 6, utili per mantenere lucido il pelo del gatto e sana e idratata la pelle.


Scopri l’Alimento



Anatra e patate BIO 22 bustine da gr. 85
BioPouch-AnatraPatata-85-grÈ un alimento biologico sano e totalmente naturale, ipoallergenico, realizzato con ingredienti di altissima qualità.È particolarmente indicato nella gestione delle intolleranze alimentari del gatto, ovvero quando il gatto si sensibilizza a una particolare proteina. Non ha conservanti o coloranti, ed è cotto al vapore come tutti gli alimenti biologici Mongrel per preservare la bontà e le qualità organolettiche degli ingredienti.

Scopri l’Alimento BIO


Recommended Posts

Leave a Reply