La dieta casalinga del cane: il cane può mangiare la pasta?

La dieta casalinga del cane: il cane può mangiare la pasta?

Alcuni consigli sull’alimentazione casalinga

L’alimentazione casalinga del cane non dovrebbe essere la prima scelta per nutrire i nostri pet. Innanzitutto, sono da evitare gli avanzi della tavola, in quanto in questo modo rischiamo di non rispettare alcuna regola, e dare a Fido golosità che non sono adatte al suo regime alimentare. Inoltre, molti cibi che noi abitualmente consumiamo sono troppo raffinati per i nostri amici a quattro zampe, o non contengono tutte le sostanze nutritive di cui i nostri amici a quattro zampe hanno bisogno.

Quando ricorrere a una dieta casalinga

Un’eventuale dieta casalinga dovrebbe essere sempre suggerita dal veterinario nutrizionista, che può decidere, in alcuni momenti della vita del nostro cane, di integrare alcuni cibi mangiati da noi umani per soddisfare alcune esigenze di Fido, specie in quei casi in cui le intolleranze alimentari riducono lo spettro dei cibi a disposizione. È importante non fornire troppo grassi al nostro amico, e fornire il cibo a temperatura ambiente, per evitargli problemi di tipo gastrointestinale.

La pasta nell’alimentazione del cane

Tra gli alimenti casalinghi facilmente a disposizione e con cui possiamo saltuariamente nutrire il nostro cane c’è la pasta. Si tratta di un’ottima fonte energetica per l’uomo, che con qualche opportuno accorgimento può risultare un buon pasto anche per Fido. Naturalmente, la somministrazione di pasta va inserita all’interno di un piano alimentare che preveda, per Fido, un’alimentazione sana ed equilibrata. La pasta non dovrebbe costituire l’alimento principale della sua dieta, ma può essere data saltuariamente.

Non dimentichiamo, inoltre, che il cane è un carnivoro. La pasta preparata per lui, quindi, dovrà prevedere un considerevole apporto di proteine. Se vi state chiedendo in che misura fornire pasta e proteine, ricordate che in generale andrebbe fatta una ripartizione al 50% fra carboidrati e proteine.
Esiste in vendita, inoltre, la pasta appositamente per cani, precotta e con un arricchimento proteico. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, infatti, la pasta ben cotta rende più facilmente digeribili per il cane gli amidi in essa contenuta.  I vantaggi della pasta sono dati dal buon apporto energetico, e un buon senso di sazietà. Non dovremmo eccedere con questo alimento, data la presenza di carboidrati dare troppo spesso la pasta al cane può facilmente portarlo al sovrappeso.

Gli alimenti da non far mangiare al cane

Ci sono alcuni cibi che non sono assolutamente indicati per il cane e che dobbiamo avere cura di evitare di dargli. Di questa lista fanno parte i dolci. Benché in grado di assimilare il glucosio e il saccarosio, l’intestino del cane è diverso dal nostro. Un consumo eccessivo di dolci, può predisporre il nostro cane al diabete mellito.

La cioccolata deve essere eliminata dalla dieta, perché anche in piccole quantità può provocare problemi molto gravi al sistema nervoso.

Per i cani che hanno manifestato forme di allergia alimentare o di intolleranza, i nostri veterinari hanno formulato gli Alimenti Grain Free in crocchette e quelli BIO umidi. Sono tutti Alimenti monoproteici ipoallergenici, completi e bilanciati, perfettamente adatti per una dieta ipoallergenica.


Scopri gli Alimenti Grain free


Recommended Posts

Leave a Reply