La neuropatia periferica nel gatto

La neuropatia periferica nel gatto

A differenza del sistema nervoso centrale, che possiede la naturale protezione della colonna vertebrale, e dell’osso del cranio, i nervi periferici sono più esposti a danni fisici e tossici e alle lesioni che riguardano l’organismo. Stiamo parlando di tutti quei nervi che sono responsabili del movimento coordinato e cosciente del gatto, e di quelli indotti che riguardano l’apparato digerente o respiratorio.

La polineuropatia è il disturbo nervoso che più di frequente colpisce i nervi periferici del gatto.

Sintomi della neuropatia periferica

In un gatto, la varietà dei sintomi della neuropatia periferica è tanto vasta da risultare di difficile descrizione. Comprende in generale disturbi del sistema nervoso motorio, debolezza o paralisi alle zampe, scarso tono muscolare, atrofia dei muscoli, difficoltà di orientamento spaziale, difficoltà nei movimenti, perdita d’equilibrio, bradicardia, disfunzioni nella defecazione per rigidità dello sfintere, accumuli lipidici nel sangue e nell’addome.

Le cause

La mielina, il materiale bianco, grasso, lipidico che agisce come un rivestimento isolante (chiamato anche guaina) per alcune fibre nervose, può andare perso attraverso la demielinizzazione, una condizione che causa il deterioramento della mielina, con conseguente perdita di segnali elettrici nei nervi e compromissione della loro funzione. Oppure, potrebbe esserci una degenerazione assonale con demielinizzazione secondaria. La degenerazione assonale si verifica quando le fibre nervose effettive si deteriorano all’interno della guaina mielinica.

Altre cause della neuropatia periferica sono: quelle di tipo congenito, il funzionamento anormale del sistema nervoso autonomo, che causa un’eccessiva produzione di liquidi corporei, mancanza di riflessi e mancanza di coordinazione; malattia metabolica, una malattia del sistema immunitario, il diabete mellito, l’ipotiroidismo, un tumore al pancreas, la malattia FelV, contatto con alcuni pesticidi per le piante, insetti e pidocchi, alcuni veleni per i roditori.

Diagnosi

Il veterinario esegue un esame medico approfondito sul tuo gatto, tenendo conto della sua storia clinica e dei sintomi e degli eventuali incidenti che potrebbero aver causato la situazione attuale. Gli esami del sangue e delle urine sono estremamente utili per fornire il quadro clinico di base, e scovare eventuali altre patologie. Se il veterinario ha un sospetto che ci sia neuropatia periferica, potrebbe richiedere un prelievo midollare per verificare eventuali disordini.

Terapia  

Gli animali possono di solito essere curati in sede ambulatoriale. Tuttavia, i gatti con neuropatia acuta e che presentano un’infiammazione alle radici dei nervi del midollo spinale corrono rischi di insufficienza respiratoria. Dovrebbero essere ospedalizzati ed essere messi sotto osservazione nella fase iniziale della malattia per prevenire complicanze. I gatti con una disautonomia motoria devono essere anch’essi ricoverati e nutriti attraverso una terapia endovenosa o un altro trattamento.

Per i gatti che soffrono di diabete mellito, è fondamentale monitorare attentamente la glicemia e l’alimentazione. Un ottimo trattamento aggiuntivo per i gatti con polineuropatie è la fisioterapia, per incoraggiare il ripristino della muscolatura e dei riflessi di tipo nervoso.

 Recupero e stile di vita

È importante sapere che la causa di molte polineuropatie non può essere determinata, e la terapia adottata potrebbe non risolvere i problemi del gatto. In alcuni casi, i nervi periferici continuano a deteriorarsi e la malattia del gatto peggiorerà. I gatti a cui sono state diagnosticate forme congenite o ereditarie di polineuropatie non dovrebbero essere utilizzati a fini riproduttivi. In generale, è consigliabile sterilizzare un gatto che soffre di neuropatia periferica per prevenire la riproduzione accidentale.

Per mantenere in forma e in salute il gatto ti consigliamo di offrirgli un’alimentazione sana e bilanciata. Ti proponiamo dallo Shop:

Mongrel Grain Free Salmone e Patate Dolci Kg 2

Salmone e patate dolci

Salmone e patate dolci


È un Alimento in crocchette, completo e bilanciato, ipoallergenico, senza soia, senza latticini, privo di cereali. Contiene grandi quantità di Salmone Fresco appena pescato, per garantire al gatto tutti i preziosi elementi nutritivi di cui ha bisogno per mantenersi vitale e in buona salute. L’ottimo tenore proteico è utile per mantenere la massa muscolare magra a discapito di quella grassa. Le verdure che arricchiscono la formulazione assicurano le fibre, le vitamine ed i minerali di cui il gatto ha bisogno. Appropriato per gatti in ogni fase di età dopo lo svezzamento. Particolarmente indicato per gatti che manifestano intolleranza specifica ai cereali e/o alle proteine della carne.

Scopri l’Alimento


Recommended Posts

Leave a Reply