La panosteite nel cucciolo di cane

La panosteite nel cucciolo di cane

La panosteite è una patologia dolorosa caratterizzata da zoppia nel cane. Si tratta di una condizione, spesso di breve durata, che colpisce le ossa lunghe delle zampe dei cuccioli nella fase della crescita, di solito tra i 5 e i 18 mesi d’età. Può riguardare qualsiasi razza, ma è più comune nelle razze di cani di taglia medio-grande. L’infiammazione può colpire uno o più arti del cane, rendendo difficile e doloroso muoversi. Con la terapia medica, l’infiammazione può essere curata e l’animale riacquista la piena funzionalità dei movimenti.

Sintomi

La zoppia è spesso caratterizzata da problemi a camminare sulle zampe anteriori, poiché spesso c’è un dolore profondo associato alle ossa. L’infiammazione è più comune nelle zampe anteriori, ma si presenta anche nelle zampe posteriori. Alcuni cani presentano anche febbre, depressione, perdita di peso e anoressia. Inoltre, se la condizione non viene curata, con l’andare del tempo alcuni cani possono andare incontro a un indebolimento della massa muscolare (atrofia) che ne limita l’autonomia.

Le cause

Le cause della panosteite non sono del tutto note. La zoppia può colpire qualsiasi razza a qualsiasi età, è frequente tra le patologie scheletriche del cucciolo di cane (la displasia dell’anca e la displasia del gomito sono alcune altre) e tra i cani giovani. Tra le razze, a esserne più interessato è il pastore tedesco. La zoppia delle zampe anteriori del cane può essere accompagnata anche da altre malattie ortopediche.

Diagnosi

Il dolore alle articolazioni può durare da pochi giorni a diversi mesi, e varia da lieve a grave. L’esame clinico del veterinario esaminerà il cane per escludere cause diverse dalla panosteite per l’infiammazione delle ossa. Opportune radiografie e le analisi del sangue sono utilizzate per cercare conferme alla diagnosi della malattia. Nella maggior parte dei casi, l’infiammazione è la causa del dolore osseo e può essere curata con i farmaci.

La terapia della panosteite

In alcuni casi, la somministrazione dei farmaci antinfiammatori è sufficiente per risolvere il dolore osseo e incoraggiare il cane alla deambulazione. Anche i farmaci steroidi sono in grado di ridurre l’infiammazione delle ossa. Un’attività fisica limitata, nel periodo di cura, contribuisce a ridurre il dolore nel cane. Permette al tuo cucciolo di recuperare meglio, facendo in modo che articolazioni e ossa rispondano meglio. Si consiglia di ricontrollare il cane ogni due o quattro settimane per verificare i progressi fatti, mentre sarà compito del veterinario scoprire se, oltre ai fattori genetici, ci sono state altre cause alla base del problema.  

Stile di vita

È fondamentale controllare il cucciolo nella fase di crescita, e quando la patologia si è manifestata, cercare di curarne al meglio lo stile di vita, per ridurre gli effetti dolorosi associati alla panosteite, non solo attraverso i farmaci; anche il riposo, alternato a un’attività quotidiana tollerabile (per esempio, brevi passeggiate) e un’alimentazione sana e bilanciata sono di grande aiuto.

In particolare, l’alimentazione è importante per favorire una corretta crescita del cucciolo. Le giuste quantità di cibo giornaliere permettono al suo organismo di crescere in maniera armoniosa senza sovraccaricare le articolazioni.

Per determinare quotidianamente in tempo reale la dose di cibo corretta con cui alimentare il Tuo cucciolo, Mongrel ha sviluppato la soluzione Tracker + App.

Il Traker è un dispositivo che si aggancia al collare del cucciolo e ne rileva il movimento; l’App sulla quale vengono impostati i dati del cucciolo (Razza, Sesso, Età, Stato di forma, Peso), acquisisce i dati dal Tracker e li elabora per determinare con precisione il fabbisogno calorico e la dose corretta di alimenti.

L’App Mongrel consente di calcolare con la massima precisione la dose corretta di cibo da dare al cane in ogni fase della sua vita, sin da quando è cucciolo fino a quando entra nella senilità.

Oggi puoi ottenere gratuitamente il Tracker e l’App Mongrel.


Scopri di più


Recommended Posts

Leave a Reply