La malattia infiammatoria intestinale del gatto (IBD)

La malattia infiammatoria intestinale del gatto (IBD)

Nel gatto i problemi digestivi – il vomito o la diarrea – sono da sempre uno dei motivi principali per la visita da un veterinario.  Negli ultimi tempi, le malattie infiammatorie intestinali del gatto sono in crescita e fanno parte dei 10 motivi per i quali ci si reca dal veterinario di fiducia per un controllo del proprio micio.

Cos’è esattamente l’IBD, cioè la malattia infiammatoria intestinale felina?   

Proprio come nell’essere umano, l’IBD è un gruppo di malattie che coinvolge in modo più o meno serio la funzione gastrointestinale del gatto e nelle forme più acute può condurre al linfoma. Quest’infiammazione è stata descritta come uno squilibrio batterico del tratto digerente del gatto, anche se tecnicamente si tratta di una malattia autoimmune con una componente genetica.

I problemi digestivi nel gatto sfociano nel vomito, nella diarrea, o nella stipsi e possono entrambi essere aggravati dalla presenza della malattia infiammatoria intestinale. L’IBD genera un’infiammazione che danneggia l’assorbimento dei nutrienti, ragione per la quale questa patologia si collega spesso a una perdita di peso, ed è spesso difficile da individuare.  I sintomi possono andare e venire, e possono consistere in periodi in cui il gatto è più normale, ed altri in cui presenta frequenti episodi di diarrea o vomito.

Trattamento dell’IBD, la malattia infiammatoria intestinale del gatto

L’approccio tipico del veterinario nell’affrontare il periodo acuto della malattia consiste nell’utilizzo di farmaci che affrontano il problema dell’ipersensibilità del tratto digerente del gatto, coadiuvati da antiacidi e antiemetici che hanno lo scopo di fermare il vomito e la nausea. Spesso si ha un miglioramento dei segni clinici, ma i benefici tendono a ridursi nel tempo senza che il problema si risolva completamente.

Per la guarigione a lungo termine, è necessario che il PH intestinale del gatto ritorni su valori corretti, e per fare ciò è necessario somministrare al gatto un’alimentazione sana e bilanciata, senza dimenticare che il nostro amico è un carnivoro e deve consumare il cibo adatto alla sua specie.

L’alimentazione è alla base della salute di un gatto: fondamentale anche nel trattamento della IBD.

L’alimentazione di un gatto affetto da IBD deve essere ricca di proteine di alta qualità e facilmente digeribili, in associazione con probiotici che hanno lo scopo di ripristinare la flora batterica intestinale, proprio come avviene negli essere umani. Le evidenze scientifiche mostrano che un’alimentazione corretta può addirittura portare un’inversione dei sintomi della malattia, consentendo al gatto un miglioramento sorprendente della qualità della propria vita.

Per soddisfare le esigenze nutrizionali dei gatti affetti da IBD, i nostri veterinari nutrizionisti consigliano la Linea di Cibo Biologico, caratterizzata da elevato apporto proteico ed ingredienti di altissima qualità certificati BIO.

Tutti gli Alimenti della linea BIO di Mongrel vengono prodotti senza coloranti nè conservanti e la cottura al vapore preserva le proprietà nutrizionali degli ingredienti rendendo l’Alimento estremamente naturale, facilmente digeribile, estremamente nutriente e privo di ogni fonte infiammatoria.


Scopri gli alimenti BIO


Recommended Posts

Leave a Reply