Patologie renali nel gatto: come riconoscerle

Patologie renali nel gatto: come riconoscerle

I problemi renali sono malattie del gatto molto frequenti sostenute da diverse cause che, quando possibile, devono essere prontamente individuate e trattate. Il rene è in grado di fronteggiare numerosi danni per un tempo medio di circa 48 ore, trascorso il quale il danno diviene permanente. Tutelare i nefroni, le unità funzionali dei reni, è molto importante visto che, una volta che più del 50/75% viene distrutto, si sviluppa l’insufficienza renale cronica. I reni possono essere attaccati da batteri che vi si insediano attraverso la circolazione sanguigna o per risalita dalla vescica o dall’uretra. Qui danno luogo alla pielonefrite: un’infezione grave che richiede una terapia immediata ed aggressiva. Data la frequente insorgenza di problemi di ostruzione uretrale, causati nel gatto maschio da calcoli e renella, può accadere che la vescica impedisca il flusso urinario portando al blocco renale e ad un forte aumento della pressione dei nefroni che, se non risolta tempestivamente, ne comporta la morte.

Alcune razze, come il gatto Persiano, possono essere interessate da disturbi congeniti di natura ereditaria come il rene policistico. In questa patologia il tessuto renale si riempie di cisti che prendono il posto del tessuto funzionale conducendo all’insufficienza renale. L’insufficienza renale cronica si sviluppa, invece, soprattutto negli animali anziani, favorita dalla fisiologica perdita del tessuto dovuta all’invecchiamento. Il gatto con problemi renali manifesta un aumento della sete e della minzione, inappetenza, perdita di peso, scadimento delle condizioni del mantello, talvolta vomito e diarrea. La diagnosi richiede l’esecuzione di esami del sangue e la valutazione di alcuni parametri indicativi come la creatinina, l’urea e il fosforo, nonché la quantità di proteine presenti ed il peso specifico delle urine. La terapia mira, quando possibile, all’eliminazione della causa, al mantenimento dell’idratazione e alla protezione dei reni. In caso di blocco renale si somministrano diuretici.

Alimenti biologici naturali e completi per il gatto con insufficienza renale

I gatti con un’insufficienza renale avanzata possono trarre beneficio dal consumo di alimenti formulati appositamente. Le diete per gatti con problemi renali forniscono un apporto moderato di proteine, ma poco fosforo, che limita la necessità di espellere questa sostanza. Tali alimenti hanno anche un ridotto contenuto di sodio, cosa che previene la disidratazione, e sono ricchi di amminoacidi che migliorano la massa muscolare e contengono altri ingredienti, come gli acidi grassi omega-3, che supportano la salute dei reni. Tali diete sono presenti sia come cibo umido che cibo secco; di solito, come detto, il cibo umido è da preferire per il suo elevato contenuto d’acqua.

Tutti gli Alimenti della linea Bio sono monoproteici, totalmente privi di conservanti, coloranti ed appetizzanti, spesso fonti di intolleranze alimentari. Le ricette prevedono l’utilizzo di elevate percentuali di carne o di pesce, abbinate ad ingredienti che garantiscono l’apporto vitaminico, di fibre e di minerali di cui ha bisogno il Gatto con insufficienza renale. Tutti gli Alimenti sono gustosi e adatti anche ai palati più esigenti, cotti a vapore per mantenere integre le loro proprietà organolettiche.


Scopri gli Alimenti BIO

Recommended Posts

Leave a Reply