Quando ricorrere al parto cesareo nel cane

Quando ricorrere al parto cesareo nel cane

Il taglio cesareo è un’incisione che viene eseguita nella parete addominale e nell’utero del cane per estrarre il nascituro, in quei casi in cui la gravidanza sta subendo delle complicazioni che potrebbero compromettere la salute della cagna e del suo piccolo. Spesso il parto cesareo viene praticato nei cani brachicefali (come per esempio, il pechinese, il Carlino, il Bulldog).

Secondo gli esperti, ci sono diversi fattori in grado di mettere a rischio la vita del cucciolo e della madre: anomalie scheletriche del bacino, mal posizionamento del feto, una sofferenza fetale indicata dal colore verdastro o rossastro del liquido amniotico che indica un distacco prematuro della placenta. È sempre consigliabile, per affrontare questo tipo di scelta, rivolgersi al veterinario e avere un suo parere.

I farmaci che vengono somministrati a cane durante il parto cesareo, sono più blandi di quelli utilizzati in un normale intervento chirurgico. Tra questi c’è il Propofol, un farmaco anestetico a breve durata, che viene somministrato per via endovenosa. Durante l’operazione, i cuccioli verranno estratti man man e puliti, e ci vorrà qualche decina di minuti perché la loro respirazione si stabilizzi. Quando la madre si sveglierà, piano piano i suoi ormoni inizieranno ad agire facendole riconoscere ed accettare i cuccioli.


Scopri i nostri prodotti


Recommended Posts

Leave a Reply