Quante volte al giorno deve mangiare il tuo gatto?

Quante volte al giorno deve mangiare il tuo gatto?

La quantità e la frequenza dei pasti dipendono dall’età di un gatto, dalla sua salute e dalle sue abitudini.

Il primo aspetto di cui avere cura nell’alimentazione del gatto, è la qualità del cibo che gli mettiamo a disposizione. Oltre a fornirgli dei pasti nutrienti e bilanciati, dovremo definire la corretta razione giornaliera.

I nostri veterinari nutrizionisti hanno predisposto un calcolatore di cibo che, mediante il facile inserimento dei dati fondamentali, offre il calcolo del fabbisogno energetico del gatto (espresso in chilocalorie) e la dose ottimale di alimenti da dargli quotidianamente. Mongrel lo mette a disposizione gratuita dei propri utenti. Dopo averlo utilizzato, riceverai anche una serie di consigli mirati sulle caratteristiche del Tuo micio.

VAI AL CALCOLATORE

Una vita sana ed una alimentazione equilibrata garantiscono al tuo Gatto una vita lunga e felice. Sai di quante chilocalorie ha bisogno il tuo gatto? Calcola GRATIS il suo fabbisogno energetico e la sua dose ottimale per tenerlo sempre in forma ed in salute!

 

Somministrare a un gatto la corretta dose di alimenti, significa mantenerlo in buona salute. Nutrirlo troppo con alimenti non adatti può contribuire a farlo ingrassare, e far sopravvenire delle patologie.

L’età di un gatto fa la differenza: quante volte devono mangiare i cuccioli di un gatto?

I gattini richiedono più cibo per kg di peso corporeo di quanto non abbisogni il gatto adulto. Questo richiede un maggior numero di pasti durante la giornata. Fino a 6 mesi d’età, i cuccioli di un gatto dovrebbero essere alimentati 3 volte al giorno. Dopo i 6 mesi, sono sufficienti 2 pasti nell’arco della giornata.

Il numero dei pasti nel gatto adulto e anziano

Una volta che il gatto è diventato adulto, ovvero a circa un anno d’età,  la sua alimentazione può prevedere uno o due pasti al giorno. I gatti anziani, dai sette anni di età in poi, dovrebbero mantenere lo stesso regime alimentare. La dieta di un gatto anziano andrà corretta con alimenti più assimilabili.  Inoltre, con il trascorrere degli anni, i denti del gatto diventano più delicati. Questo può rendergli più complicato mangiare il cibo secco.  Oltre a fornirgli delle crocchette di dimensione più ridotta, potremmo aggiungerci dell’acqua per renderle più facilmente masticabili.

E se il gatto ha un problema di salute?

Se il gatto ha un problema di salute, per esempio il diabete, dobbiamo dargli da mangiare ogni volta che gli viene somministrata l’insulina. In questi casi è bene seguire le raccomandazioni del veterinario.

Per soddisfare le esigenze nutrizionali del tuo gatto, i nostri veterinari nutrizionisti consigliano la Linea di Cibo Biologico, caratterizzata da elevato apporto proteico ed ingredienti di altissima qualità certificati BIO.
Tutti gli Alimenti della linea BIO di Mongrel vengono prodotti senza coloranti nè conservanti e la cottura al vapore preserva le proprietà nutrizionali degli ingredienti rendendo l’Alimento estremamente naturale, facilmente digeribile, estremamente nutriente e privo di ogni fonte infiammatoria.


Scopri gli alimenti BIO


Recommended Posts

Leave a Reply