Reflusso gastroesofageo nel gatto

Reflusso gastroesofageo nel gatto

Il riflusso incontrollato di liquidi gastrici o intestinali verso l’esofago viene indicato come reflusso gastroesofageo. Ciò può essere dovuto a un breve rilassamento dell’apertura muscolare alla base dell’esofago che può dare luogo anche al vomito cronico. Il reflusso gastroesofageo è abbastanza comune nei gatti e può verificarsi a qualsiasi età, anche se i gatti più giovani sono più a rischio.

Gli acidi gastrici dello stomaco, la pepsina, i sali biliari e gli altri componenti dei succhi gastrointestinali causano danni al muco protettivo che riveste l’esofago. Ciò può provocare infiammazione dell’esofago nota come esofagite.

Sintomi

Il reflusso gastroesofageo può causare esofagite con quantità variabili di danno. L’esofagite lieve è limitata a una leggera infiammazione del rivestimento esofageo, mentre esofagite ulcerativa più grave causa danni agli strati più profondi dell’esofago.

I sintomi più frequenti sono il vomito o il rigurgito di cibo, difficoltà a deglutire associata a dolore,  mancanza di appetito e perdita di peso. Un esame fisico spesso non rivela alcun problema. L’esofagite severa può includere sintomi quali febbre e maggiore salivazione.

Le cause

Il reflusso gastroesofageo può verificarsi quando viene somministrato un anestetico, che causa il rilassamento dello sfintere gastroesofageo. Il posizionamento improprio del paziente durante l’anestesia, così come l’incapacità di far digiunare correttamente l’animale prima dell’anestesia, possono essere causa di reflusso. Una condizione associata al reflusso è l’ernia iatale congenita, che è sospettata di aumentare il rischio di reflusso gastroesofageo. I gatti più giovani sono a maggior rischio di sviluppare questa condizione, anche perché i loro sfinteri gastroesofagei sono ancora in fase di sviluppo. Il vomito cronico è una condizione che il gatto può sviluppare come conseguenza.

Altre cause dell’esofagite potrebbero essere l’ingestione di un agente caustico, un corpo estraneo o un tumore nell’esofago, un’ernia nella parte superiore dello stomaco (ernia iatale) o una malattia della gola o della bocca.

Diagnosi

Il miglior mezzo di diagnosi è generalmente l’esofagoscopia, un esame che utilizza una fotocamera interna per visualizzare il rivestimento dell’esofago. Questo è il modo più efficace per determinare se i cambiamenti nel muco dell’esofago sono compatibili con l’esofagite a causa del reflusso gastroesofageo. L’esame può anche rivelare una superficie irregolare nel rivestimento del muco o un sanguinamento attivo nell’esofago.

 

Terapia

Se la patologia non è troppo severa la terapia potrà essere somministrata a casa da parte del proprietario. Il veterinario potrebbe ordinare il digiuno per uno o due giorni, successivamente raccomandare un regime dietetico di pasti a basso contenuto di grassi e povero di proteine. I pasti dovranno essere piccoli e frequenti. Il grasso e le proteine ​​alimentari dovrebbero essere limitati, poiché il grasso diminuisce la forza del muscolo tra lo stomaco e l’esofago, mentre le proteine ​​stimolano la secrezione di acido gastrico.

I farmaci sono una valida opzione di cura. I farmaci noti come agenti pro-cinetici gastrointestinali migliorano il movimento dello stomaco e rafforzano anche lo sfintere gastroesofageo. Indipendentemente dal fatto che vengano somministrati farmaci, è consigliabile un adeguamento dell’alimentazione del micio.

Stile di vita

Dopo la terapia e un miglioramento dell’alimentazione, è consigliabile continuare a monitorare il reflusso gastroesofageo. Osserviamo con attenzione eventuali segni di disagio manifestati dal gatto.  Una dieta a basso contenuto di grassi, a basso contenuto proteico farà da prevenzione, e limiterà gli episodi di recidiva. La dieta sana e bilanciata, con nutrienti digeribili è a tutti gli effetti un’ottima opzione di cura.

Mongrel Grain Free Salmone e Patate Dolci Kg 2

Salmone e patate dolci

Salmone e patate dolci


È un Alimento in crocchette, completo e bilanciato, ipoallergenico, senza soia, senza latticini, privo di cereali. Contiene grandi quantità di Salmone Fresco appena pescato, per garantire al gatto tutti i preziosi elementi nutritivi di cui ha bisogno per mantenersi vitale e in buona salute. L’ottimo tenore proteico è utile per mantenere la massa muscolare magra a discapito di quella grassa. Le verdure che arricchiscono la formulazione assicurano le fibre, le vitamine ed i minerali di cui il gatto ha bisogno. Appropriato per gatti in ogni fase di età dopo lo svezzamento. Particolarmente indicato per gatti che manifestano intolleranza specifica ai cereali e/o alle proteine della carne.

Scopri l’Alimento


Recommended Posts

Leave a Reply