Sterilizzare il cane: l’età giusta per farlo

Sterilizzare il cane: l’età giusta per farlo

La sterilizzazione del cane è una procedura che consente non solo di prevenire l’insorgenza del calore o le gravidanze indesiderate, ma anche patologie e comportamenti anomali che possono affliggere sia i maschi che le femmine.
La sterilizzazione del cane femmina, ad esempio, è utile per la prevenzione di malattie quali i tumori della mammella, le mastiti (infiammazioni del tessuto mammario) e delle infezioni batteriche dell’utero.

Sterilizzare il cane maschio serve, invece, a prevenire comportamenti potenzialmente pericolosi, soprattutto negli esemplari che vivono a contatto con altri cani o che hanno facile accesso all’ambiente esterno. In tali casi, infatti, il proprio amico può andare incontro a lotte feroci con i “rivali”, con il rischio di rimanere gravemente ferito.
In ambiente domestico, inoltre, il cane non castrato è solito marcare il territorio urinando sulle pareti o sui mobili.

La sterilizzazione può essere effettuata a qualunque età, ma per ottenere il maggior effetto protettivo sulle malattie del cane e ridurre al minimo il rischio di complicanze operatorie, è preferibile intervenire nei primi mesi o anni di vita. La scelta dell’età giusta per sterilizzare il proprio cane dipende poi dalla taglia, dalla razza e ovviamente dal sesso. Per la prevenzione dell’iperplasia prostatica o dei tumori è consigliabile ricorrere alla sterilizzazione in giovane età.

Nelle femmine di piccola taglia la pubertà inizia solitamente fra i 6 e i 12 mesi, mentre le cagne di taglia grande possono arrivare ad avere il primo calore intorno ai 2 anni d’età. Il momento migliore per sterilizzare la propria cagnolina è dunque poco prima del primo calore o fra il primo ed il secondo. È inoltre fondamentale non intervenire durante lo stato di calore, in quanto la maggiore produzione di estrogeni aumenta il sanguinamento ed il rischio di emorragie operatorie.


Scopri i nostri prodotti


Recommended Posts

Leave a Reply