Fino al 01 di Maggio SCONTO di € 8 su tutti gli Alimenti UMIDI, per i Tuoi acquisti superiori a € 49,00.
Inserisci il codice MONGRELUM . CONSEGNA GRATIS
*( Non cumulabile con altre offerte.)
logo
X

Non ci sono articoli aggiunti al carrello


IL VETERINARIO

Hai una domanda da fare sulla salute del tuo amico a quattro zampe?

I Veterinari che collaborano con Mongrel, risponderanno  in poche ore ai Tuoi quesiti sulle questioni riguardanti l’alimentazione, il comportamento e la vita, del tuo cane e del tuo gatto.

 

I VETERINARI CHE RISPONDERANNO AI TUOI QUESITI SONO:

Dott.ssa Adriana Ziccheddu

Dr. Filippo Ennas

Della CLINICA VETERINARIA KAREL

 

FAQ CANE

D. La sterilizzazione del cane femmina, può portare rischi per la salute?

R. La sterilizzazione delle femmine, non porta rischi per la salute, anzi può portare dei vantaggi, come per esempio la diminuzione di tutta quella serie di patologie legate alla sfera riproduttiva, una su tutte il decremento della percentuale delle problematiche tumorali mammarie. Ma non solo, anche tutte le patologie infiammatorie come ad esempio le infezioni dell'utero, cessano di esistere in cagne sterilizzate.

D. E' vero che lavare troppo spesso i cani può creare problemi di salute? Ogni quanto possono essere lavati?

R. E' sconsigliato lavare i cani troppo spesso, questo perché il lavaggio può alterare la barriera lipidica dell'epidermide, creando secchezza cutanea e quindi predisponendo la pelle ad infezioni. Quando si lava il cane, è bene farlo con prodotti specifici, realizzati appositamente per loro, che rispettino il Ph della pelle e limitino al minimo gli shock chimici del film lipidico protettivo che normalmente è presente nella cute.

D. Come posso stabilire se il mio cane è sovrappeso?

R. Per valutare lo stato di forma del cane, bisogna analizzare i depositi adiposi nelle diverse regioni anatomiche. Se il cane appartiene ad una specifica razza, anche la variabile peso può essere indicativa. In ogni caso è buona norma affidarsi ad un veterinario che valuterà in base al sesso, all'età ed allo stile di vita dell'animale, lo stato di forma.

D. Cosa posso fare per far dimagrire il mio cane?

R. Può far sviluppare un programma dietetico specifico da suo veterinario di fiducia, che servirà a modulare le Kilocalorie ingerite, a calcolare le Kilocalorie bruciate, rispettando i fabbisogni energetici della fascia d'età in cui si trova il cane.

D. A che età del cane si deve passare al cibo per "Senior"?

R. Dipende dalla mole del soggetto. Un cane di grossa mole può iniziare ad essere alimentato con prodotti per "Senior" già intorno ai 7/8 anni, un cane di piccola taglia intorno ai 10/12 anni.

D. Quali sono i sintomi del diabete?

R. I sintomi più evidenti nel cane affetto da diabete sono la polidipsia, ossia la sensazione di sete intensa, il cane si mostrerà spesso assetato; la poliuria, cioè la formazione ed escrezione di un'eccessiva quantità di urine; la polifagia, sensazione di fame insaziabile e la perdita di peso.  

D.  Il mio cane ha l'alito cattivo, cosa posso fare?

R. E' opportuno sottoporre il cane ad una visita odontostomatologica per verificare lo stato generale della dentatura e per capire se l'alito cattivo è dovuto a semplici depositi di tartaro o a patologie proprie dei denti o delle gengive.

D. Il mio cane si morde spesso le zampe e la coda, a cosa può essere dovuto? cosa posso fare?

R. Le cause di questo comportamento possono essere molteplici, le più frequenti possono essere attribuite ad un prurito generalizzato, che può avere, come prima causa, la presenza di ectoparassiti (pulci, acari, zecche). La prima cosa da fare, è quella di abituarsi ad usare gli antiparassitari, per difendere il cane dall'aggressione dei parassiti.

FAQ CANE

D. A che età è consigliabile sterilizzare il gatto?

R. E' bene far sottoporre il gatto all'operazione di sterilizzazione, una volta che ha raggiunto i 7/8 mesi di età.

D. Che conseguenze porta la sterilizzazione e che accorgimenti bisogna prendere in seguito?

R. La sterilizzazione non porta nessuna particolare conseguenza, l'unica cosa a cui è necessario fare attenzione è l'assunzione di cibo. Dopo la sterilizzazione infatti il fabbisogno energetico del gatto può cambiare, perché spesso diventa più sedentario,  è opportuno pertanto verificare che il gatto non ingrassi, sarà necessario quindi adeguare la dose degli alimenti ed utilizzare preferibilmente alimenti Light.

D. Che sintomatologia presenta il diabete nel gatto?

R. Il gatto diabetico mostra i seguenti sintomi: polidipsia, ossia la sensazione di sete intensa, il gatto si mostrerà spesso assetato; la poliuria, cioè la formazione ed escrezione di un'eccessiva quantità di urine; la polifagia, sensazione di fame insaziabile; e la perdita di peso. 

D. Quali sono i sintomi dell'insufficienza renale?

R. Il gatto affetto da insufficienza renale mostra sintomi quali: polidipsia ( il gatto si mostra spesso assetato), poliuria ( formazione ed escrezione di urine, frequente ed abbondante), appetito capriccioso, vomito frequente.

D. Il mio gatto si lecca continuamente ed ha cominciato a perdere il pelo sulla pancia, cosa posso fare?

R. Come primo rimedio può applicare un antiparassitario per eliminare eventuali ectoparassiti ( pulci, acari, zecche), se la situazione non migliorasse, sottoponga il gatto ad una visita dal suo veterinario di fiducia.

D. Come posso individuare l'ingrediente a cui il mio gatto è intollerante?

R. L'individuazione di un ingrediente che crea intolleranze, è un' operazione molto complessa, però con tenacia e determinazione si può ottenere il risultato.

Bisogna partire sottoponendo il gatto ad una dieta composta da pochi e selezionati ingredienti, escludendo tutti gli altri. Se nell'arco di 8 settimane il gatto cessa di grattarsi, probabilmente uno degli alimenti che abbiamo escluso dalla dieta, era la causa dell'intolleranza. Se invece non mostrasse segni di miglioramento, si dovrà provare eliminando uno degli ingredienti restanti, fino a quando non verrà individuato l'ingrediente causa dell'intolleranza.

D. Come posso curare l'igiene orale del mio gatto?

R. Può ricorrere agli spazzolini per gatti, utilizzando la pasta dentifricia appositamente ideata per loro. E' consigliabile lavare i denti al gatto una volta la settimana.

D. E' consigliabile tagliare le unghie al gatto?

R. Tendenzialmente no. I gatti mantengono autonomamente la corretta lunghezza delle unghie. Piuttosto sarà opportuno lasciare a loro disposizione dei tiragraffi, affinchè possano consumare le unghie senza danneggiare i mobili di casa.

 


CHIEDI UN CONSIGLIO AL tuo VETERINARIO



Accetto le condizioni di Privacy
La Clinica Veterinaria Karel collabora con MONGREL